Vibrazione benefica

Sei qui-e-ora: Home / Articoli Yoga / Vibrazione benefica

Vibrazione benefica

sintesi di Anna Orsini

Swami Joythimayananda è l’autore dell’articolo “Mantra una vibrazione benefica del corpo e della mente” pubblicato sul n. 107 di Ottobre 2016 della rivista Yoga Journal.

L’autore afferma che la parola sanscrita “mantra” è composta da “man” (pensiero) e dal suffisso “tra” che significa attrezzo, per cui una traduzione letterale può essere “strumento del pensiero”.

Nella tradizione Vedica il mondo materiale e quello spirituale derivano dal suono. Ci sono suoni udibili ed altri, i più numerosi, inudibili, come i suoni mentali, quelli che hanno alta frequenza e possiamo percepire solo col cuore e l’anima.

Nell’antichità i Rishi (saggi) avevano la capacità di percepire e controllare con l’anima, la mente e il corpo i suoni sottili e invisibili non percepibili dalle persone comuni, tra cui anche il suono dello spazio.

Il mantra, formula verbale sacra composta più di 3ooo anni fa e successivamente diffusa nell’Induismo e in altre religioni, può essere un semplice suono, una sillaba, un insieme di parole, da recitare, cantare, sussurrare a voce alta o interiormente.

Il suo scopo è chiarificare il pensiero, favorire la concentrazione, risvegliare il Sé. Si tratta di una preghiera, un’offerta rituale, una misura terapeutica .Lo studio dell’arte del mantra, Mantra Vinjanam, comprende l’approfondimento della conoscenza delle sillabe, degli accenti, della melodia, del ritmo, dell’intensità e dell’intonazione. Richiede una disciplina, un sadhana, che attraverso la formazione, il controllo e miglioramento della voce, dovrebbe tentare di osservare la purezza, la verità, la precisione e la fermezza nel parlare.

Mentalmente possiamo recitare mantra in qualunque momento, da soli o in gruppo e il momento migliore è la mattina presto. Tutti dovremmo avere un mantra personale da utilizzare nel corso della vita, come uno strumento sacro. Al momento opportuno, un maestro trasmette all’allievo il proprio mantra personale.

C’è un mantra che viene considerato il Veda Mata, la madre di tutti i mantra dei Veda. Favorisce la crescita spirituale e la sua ascesa verso lo stato supremo. Questa coscienza ha tre stadi, la nascita, il sole che sorge indica la nuova vita spirituale, la crescita, il sole brilla e promuove la conoscenza della natura, il momento della pace eterna, il sole tramonta e l’individuo entra nella sua fase matura.

 

OM BHUR BHUVAH SVAH
TAT SAVITUR VARANYAM
BARGHO DEVASYA DHIMAI
DHIYO YO NAH PRACHODAYAT