Un cuore pronto

Sei qui-e-ora: Home / Articoli Yoga / Un cuore pronto

Un cuore pronto

sintesi di Annalisa Ceccatelli

Carolina Traverso è l’autrice dell’articolo “Un cuore pronto” pubblicato sul n. 138 di Novembre 2019 della rivista Yoga Journal.

    L’autrice ci parla di “equanimità” intesa come capacità di affrontare momenti complicati con tranquillità ed autocontrollo. Le nostre giornate sono costellate di problemi, difficoltà e contrasti che colpiscono la nostra sensibilità, e qualche volta ci fanno venire voglia di fuggire lontano.

Equanimità significa accettare ciò che succede senza farsi sconvolgere emotivamente e mentalmente, cercando di valutare con chiarezza le situazioni per trovare le soluzioni più giuste per noi, compresa quella di non agire.

L’autrice cita Tara Brach (insegnante di meditazione) che descrive l’equanimità come “un cuore pronto a tutto”, che ci può aiutare quando si presentano difficoltà personali o  lavorative, aiutandoci a confrontarci con i problemi e con gli altri.

Carolina fornisce inoltre cinque consigli per la pratica personale:

MEDITARE: attraverso la meditazione impariamo a resistere, a mantenere l’equilibrio e a riconoscere le nostre emozioni, scoprendo che tutto passa.

– DARE UN NOME A CIO’ CHE SENTIAMO: capire quello che succede in quel momento ci aiuta ad avere “un cuore pronto a tutto”. Cerchiamo di distinguere i sentimenti che proviamo e pronunciamone il nome, sarà più facile comprendere cosa ci accade.

– IMPARARE A DIRE SI: nelle situazioni meno piacevoli, accettare i propri sentimenti e seguire la nostra esperienza ci aiuterà ad accettare la realtà. Resistere non serve.

– NON DIMENTICARE LA GENTILEZZA: quando attraversiamo situazioni complicate e ci sentiamo tesi, ansiosi e preoccupati, siamo preda di emozioni negative, allora dobbiamo provare a ricordare il “potere della gentilezza” e dire a noi stessi: “Va tutto bene, puoi farcela!”, questo ci darà una mano a recuperare la tranquillità e la chiarezza di idee.

– SENTIRE IL CORPO: di fronte a circostanze problematiche o ad emozioni spiacevoli, se riusciamo a concentrarci sulle sensazioni fisiche del nostro corpo, poco a poco i pensieri diminuiranno e la negatività si attenuerà, permettendoci di recuperare un po’ di sicurezza, libertà e fiducia nelle nostre possibilità.