Il Sistema dei sette Chakra Evolutivi

sintesi di Anna Orsini

Maurizio Morelli è autore di un articolo pubblicato sul n. 65 – nov-dic. 2015 – della rivista “Vivere lo Yoga” sul tema dei Chakra.

L’autore afferma che il sistema dei Chakra è una rappresentazione completa, esaustiva ed efficace della realtà fisica, psichica e spirituale .La sua comprensione e interiorizzazione sollecita l’intuizione e favorisce la sensibilità spirituale propiziando il passaggio dell’intuizione al piano pratico, dal vedere all’agire.

Ognuno di noi è come una goccia di Prana in un oceano di Prana. I chakra mediano tra il nostro microcosmo e l’immensità del macrocosmo. Assorbono l’energia dall’esterno per alimentare particolari funzioni e la re-immettono nel circuito universale.

Il sistema più comune di Chakra si basa su sette loti che hanno come riferimento la linea che va, seguendo la colonna vertebrale, dal perineo a circa 40 cm più in alto della fontanella del capo. Ognuno è direttamente connesso con una ghiandola endocrina e con un’area del sistema nervoso dal basso verso l’alto.

1. Muladhara Chakra: plesso coccigeoe ghiandole surrenali

Rappresenta il piano vibrazionale inferiore e lento: la terra, la materialità, ci dà la consapevolezza delle nostre origini, delle nostre necessità primarie, ci mantiene in salute e in forma. Il rosso è il suo colore, l’elemento è la terra;

2. SvadhisthanaChakra:plesso sacrale e gonadi.

E’ in relazione con la socialità primaria, diretta e naturale- Armonizza le relazioni con il gruppo familiare e il partner sessuale. Il colore è l’arancione, l’elemento è l’acqua;

3. Manipura Chakra: plesso solare epancreas.

Rappresenta l’Ego, la sua stabile definizione. Se è armonico aiuta a stabilire relazioni vantaggiose con il mondo esterno; spesso è conflittuale. Il colore è il giallo e l’elemento ilfuoco.

4. Anahata Chakra: plesso cardiacoe timo.

E’ la fonte del vero amore, di ogni sentimento e fa arrivare luce al nostro inconscio, ci fa sentire la nostra radice spirituale, Il colore è il verde e l’elemento l’aria.

5. Vishuddha Chakra:  plesso laringeo e tiroide.

Presiede ogni forma di comunicazione, ci aiuta a capire noi stessi e gli altri, a comprendere il nostro Karman e il significato profondo del nostro esistere. Il colore è l’azzurro e l’elemento l’etere.

6. Ajna chakra: sistema centralenervoso e ipofisi.

E’ in relazione con la sostanza psichica; in questo loto sono riposte tutte le capacità, i misteri, i poteri della mente. Il potere del pensiero è enorme; rivolto all’esterno ci aiuta a comprendere il mondo, rivolto all’interno diviene il ponte fra esistere ed essere. Il colore è l’indaco;

7. Sahasrara Chakra: cortecciacerebrale e ghiandola pineale.

E’ in relazione con la luce, il divino, l’intuizione, l’illimitato. E’ il loto della fede. Il colore è il viola.

Penetrare il sistema dei Chakra richiede analisi, comprensione e soprattutto esperienza diretta. I livelli vanno affrontati uno alla volta, dal basso verso l’alto, nella consapevolezza che fanno parte di un insieme e che staccati l’uno dall’altro perdono di senso, divengono mondi chiusi.