Il lavaggio nasale

di Anna Vitolo

Il supplemento La Salute al quotidiano La Repubblica del 10 marzo 2005, nel contesto di un articolo dedicato allo yoga e ai benefici che questa disciplina apporterebbe all’organismo, ha pubblicato un resoconto di quanto afferma il Professor Desiderio Passali, presidente della Società europea di otorinolaringoiatra, secondo il quale la pratica del lavaggio nasale (jala neti), se praticato quotidianamente, riduce otiti e bronchiti.

“Diversi studi”, afferma la cronista, “hanno dimostrato l’efficacia del lavaggio nasale in caso di raffreddori, rinosinusiti e ostruzioni da rino-otiti. Liberando il naso dall’eccesso di muco, si respira meglio e si evita che l’infiammazione salga verso le orecchie o che scenda fino ai bronchi”.

L’articolista conclude sottolineando l’affermazione del Professor Passali che spiega tecnicamente come il lavaggio nasale “elimini il quadro di stanchezza generale causato dalla cattiva respirazione. Perciò, il lavaggio andrebbe eseguito ogni giorno, soprattutto nel periodo invernale, quando il naso è più ostruito.