Energizzarsi nella Calma Interiore

Sei qui-e-ora: Home / Articoli Yoga / Energizzarsi nella Calma Interiore

Energizzarsi nella Calma Interiore

sintesi di Anna Orsini

Raquel Barros è l’autrice di un articolo pubblicato sul n. 49 – marzo/aprile 2013 – della rivista “Vivere lo Yoga” avente come tema la ricarica energetica.
L’autrice rileva come, più o meno, siamo tutti vittime dello stress e alla disperata ricerca di una fonte di energia che ci ricarichi e ci faccia ripartire.
Inutile dire che i nostri tentativi, per lo più rivolti verso l’esterno, anziché sortire buoni effetti, ci fanno assumere pessime abitudini che, illusoriamente, paiono rilassarci al momento, ma si rilevano inutili o nocivi l’indomani.
Come insegnano i Maestri Paramahansa Yogananda e Swami Kriyananda, suo diretto discepolo, la fonte del benessere sta nella calma interiore, nel mantenere una visione positiva, nella volontà, nella concentrazione, nella ricerca consapevole e costante del Prana, corrente vibratoria interiore di energia vitale.
Concentrandoci sul midollo allungato, parte concava dietro la nuca, possiamo attirare l’energia vitale o Prana Cosmico per poterla indirizzare in ogni parte del corpo, con la sola focalizzazione.
C’è un tipo di respiro che ossigena maggiormente i polmoni, migliora la circolazione e l’assimilazione. La nostra mente, illusoriamente, ci fa percepire piccoli e limitati, bisogna espanderla, rafforzarla e farle assimilare la verità: siamo esseri immortali che, temporaneamente, dimorano in corpi fisici.
Se ci crediamo con sincerità e umiltà, eseguiremo gli esercizi indicati dal Maestro Yogananda in una pratica costante, con coraggio ed entusiasmo, sostituendo nel nostro vocabolario termini come stanchezza e scoramento.
Ancora una volta, potremo riconoscere che attraverso lo yoga l’impossibile appare possibile.