Coerenza e Yoga

Sei qui-e-ora: Home / Articoli Yoga / Coerenza e Yoga

Coerenza e Yoga

sintesi di Anna Orsini

Marco Ferrini è l’autore dell’articolo “Coerenza e Yoga”, pubblicato sul n. 90 di dicembre 2019 / gennaio 2020 della rivista “Vivere lo Yoga”. 

L’autore afferma che se vogliamo dare alla parola il potere di portare cambiamento ed evoluzione in noi stessi e negli altri, dobbiamo comportarci in modo coerente con quanto affermiamo. 

La coerenza è la forza di qualunque insegnamento. E’ come la virtù che, come affermava Socrate, “non si può insegnare”,  la si impara frequentando chi riteniamo essere coerente. 

L’anima realizzata può rivelarci la conoscenza perché ha visto la verità (Bhagavad Gita). Chi ha raggiunto un grado elevato di ahimsa (non-violenza) è un mahatma, una grande anima.. 

La necessità di frequentare luoghi e persone sante (sadhu) si fonda sulla possibilità di assorbire l’alta vibrazione che essi emanano e che può confortarci nella nostra ricerca spirituale. 

Sul tappetino, attraverso gli asana, possiamo riprendere fiato, purificarci, ricentrarsi, rilassarci e divertirci; tuttavia, occorre tener presente che gli Asana sono solo una piccola parte dell’insegnamento dello Yoga.

Yama e niyama, valori etici dello yoga, sono tutti da acquisire fuori dal tappetino, nel mondo reale, pieno di difficoltà e dolore. 

Dopo il controllo dell’energia vitale (pranayama), l’interiorizzazione dei sensi (pratyahara), la concentrazione (dharana), la meditazione (dhyana) e l’amore puro (samadhi), lo yogi ha conosciuto se stesso e può uscire dal suo mondo protetto. Potrà andare nelle strade del mondo, sporche, paurose e complicate e porterà il suo specifico e speciale contributo di conoscenza e amore puro. Solo così potrà realizzare la propria essenza spirituale.