A passeggio

Sei qui-e-ora: Home / Articoli Yoga / A passeggio

A passeggio

sintesi di Donatella Poggi

Sul n. 73 – Maggio 2013 – della rivista “Yoga Journal” è stato pubblicato un articolo di Myriam Ines Giangiacomo che riporta alla memoria Walter Benjamin, filosofo tedesco della prima metà del ‘900.
Il filosofo, nei suoi “passages” parigini, ci racconta la sua esperienza del passeggiare senza mèta, lento e trasognato per la città, lasciandosi sedurre da un gruppo di foglie, dal nome di una strada, dall’angolo successivo a quello appena superato, dimentico della mèta, ma ebbro di una nuova sensibilità verso ciò che lo circonda.
Proviamo a fare altrettanto, come antidoto alla frenesia moderna. Proviamo per una volta a non farci assorbire dall’anonimato della folla, dalla corsa distratta verso la mèta e assaporiamo il vagabondare per le vie, lasciando che piedi, occhi e mente osservino quello che è: un angolo mai notato prima, una via, un selciato, un albero. Riscopriamo così il piacere di perdersi, scoprendo il mondo che ci circonda e vedendolo davvero, forse per la prima volta.