L’Istituto di Yoga svolge le sue funzioni essenziali stimolando e favorendo la pratica del karma yoga. Questa particolare forma di yoga, che cerca di coniugare un bisogno individuale con una necessità collettiva, si esplica compiendo un’azione e dedicando ad altri i frutti di quell’azione.

Attraverso questa pratica colui che compie l’atto karmico cerca di stimolare in sé stesso la sua identità universale (o collettiva) mentre, nel contempo, neutralizza e minimalizza la propria identità personale.

Non si tratta di una perdita di identità, bensì di un ampliamento del proprio concetto di sé; una sorta di auto-trasformazione che ci permette di transitare dall’Io al Noi.

A base di ogni pratica di karma yoga ci sono due concetti fondamentali dello yoga: abhyasa e vairagya.

Il primo indica la pratica: nello yoga qualsiasi idea o concetto, o credo, deve tradursi in un atto concreto, deve poter essere vissuto nella propria quotidianità.

Il secondo si riferisce alla modalità che sta a base della nostra azione. Letteralmente, il termine vairagya può essere tradotto come non-attaccamento, equidistanza, imparzialità.

Nel nostro Istituto questa forma di yoga è fortemente favorita e tutte le funzioni sono svolte in maniera volontaria e, in questo modo, il frutto del proprio lavoro diventa una forma di dedizione.

L’azione svolta con tale intenzione (karma yoga) diventa, quindi, una sorta di auto-trasformazione interiore.

Le persone impegnate in questa pratica rendono accessibili a tutti i nostri soci servizi altrimenti esosi o addirittura impensabili. Quelli che seguono sono solo alcuni esempi del campo di applicazione dei nostri karma yogi:

  • distribuzione sul territorio del materiale pubblicitario;
  • postazione telefonica di riferimento dell’Istituto;
  • traduzione di libri dall’Inglese in Italiano;
  • sintesi di articoli sullo yoga pubblicati sul sito;
  • servizio di segreteria;
  • cura e pulizia degli spazi;
  • acquisto del materiale igienico-sanitario;
  • tesseramento soci;
  • studi statistici e cura dell’archivio interno;
  • servizio di biblioteca;
  • cura e gestione del sito internet;
  • grafica pubblicitaria;
  • tenuta della contabilità;
  • ricerche editoriali;
  • insegnamento nei corsi;
  • membri del consiglio direttivo;
  • direzione didattica

Questi karma yogi che svolgono la loro opera in maniera silenziosa, e spesso poco visibili, costituiscono la struttura portante dell’Istituto di Yoga.